Giappone · Macrobiotica · Monaci · Oshawa · Yin - Yang

In difesa della Macrobiotica

Ho conosciuto poche persone che hanno compreso la filosofia Macrobiotica, la maggior parte dei suoi seguaci l’ho vista solo mangiare riso integrale e Azuki. Quando studiavo Filosofia ho frequentato diversi centri in Italia e Francia e dopo pochi giorni scappavo perchè non si parlava che di cibo. Ma la Macrobiotica non ha niente a che fare con il Seitan e il Tofu, tranne per chi ha usato la Macrobiotica per i suoi interessi. Al contrario la Macrobiotica come filosofia è uno strumento d libertà, è cosi la insegnava Oshava, poi di seguace in seguace la libertà è diventata schiavitù. Dipendere da una dieta non è libertà, dipendere da una filosofia nemmeno. Ogni strumento andrebbe sempre e solo usato per accrescere l’auto consapevolezza e renderci sempre più liberi. La Filosofia macrobiotica va molto al di là dello Yin e dello Yang come amano venderla i giornali, che si limitato a seminare paura nei confronti di ogni fenomeno non legato all’ortodossia medica. Chi ha capito e ha saputo usare i suoi principi mangia di tutto e sa gestire la propria salute da solo, chi è intelligente integra ogni sapere in un campo più vasto e non esclude nulla (se ho bisogno di un’antibiotico lo prendo senza esitare). Cestinare una bellissima storia perché il solito truffatore di turno l’ha usata per i suoi comodi è molto poco giornalistico. Un giornalismo serio e impegnato andrebbe ad indagare invece di limitarsi alla notizia scandalistica. Poco importa chi è intelligente abbastanza sa prendere ciò che c’è di buono in ogni cosa, e nella Macrobiotica come filosofia c’è molto, e lascia perdere le sue derive. La Macrobiotica mi ha dato moltissimo, anche se oggi faccio colazione con un capuccino e un cornetto, i suoi principi ben compresi mi permettono di gestire la mia salute da solo, ma non solo con la Macrobiotica. Ogni sapere è sempre parziale e sta a noi saperlo integrare con tutta la conoscenza umana, senza escludere nulla.

Annunci