Amore · Cristo · eletti · Enlightment · forme di potere · Grandi Anime · Illuminazione

Io sono un eletto

Non c’è nessuna vanità in questa affermazione. Essere un’eletto è sotto molti aspetti più una disgrazia che una fortuna, pensate a Gesù, l’eletto per eccellenza. Non è una cosa che ho voluto come si vuole una casa o un’auto nuova, è una Dono, una Grazia che mi è stata data. O una disgrazia, a dipendenza dei punti di vista. Svegliarsi un un mondo di zombie non è per niente divertente, immaginate di essere un bambino che il giorno di Natale si sveglia e invece dei regali trova tutti addormentati, ecco quello che sentite quando la vostra Coscienza si sveglia, vi accorgerete che quasi tutti attorno a voi dormono, sono in letargo. Come un bambino farete di tutto per svegliarli, griderete, urlerete e se ruiscirete a svegliare qualcuno vi prenderà a schiaffi perchè l’avete svegliato.

Senza esagerare posso dire che quasi la totalità della popolazione dorme, le persone sveglie sugli quasi otto migliardi che siamo sono un’eccezione, attono ai 100.000 in tutto il mondo. Per essere onesto di certo sono un chiamato ma non è detto che sia un’eletto. Sono in cammino e soffro nel processo. La verità è che ho chiesto, (  chiedete e vi sarà dato, cercate e troverete, bussate e vi sarà aperto , Luca 11, 1-13 ) e ora che ho la bicletta a volte mi lamento per la fatica delle salite. Sento l’Amore dell’Amato Maestro, ma dio solo sa quanto è difficile amare incondizionatamente senza giudicare, sopratutto chi dorme, cosa che invece faccio. Ci riesco quando entro nel mio ruolo di terapeuta, quando insegno yoga, ma quando esco torno anche io ai miei vecchi schemi.

Ma per quanto soffra ci tengo davvero a che i più si risvegliano, è un desiderio che ho sin da quando sono bambino perchè ho sempre provato orrore per gli abusi di potere e se dormi qualcuno abuserà di te. Il solo modo per sfuggire alla tirannia del potere e svegliarsi, la coscienza risvegliata non teme più nulla e senza paura non c’è nulla su cui i poteri possono far leva pre renderti schiavo.

Io non ci guadagno niente a dirti queste cose né fama né denaro, se lo faccio è per amore dell’Amore, dell’amato Cristo, unica e sola guida, Mi guarderei molto più volentieri un film, putrppo il 90% sono delle idiozie senza senso, cosi preferisco prendermi il tempo di mandare nell’Universo queste parole che se anche risvegliano una sola anima non saranno sprecate e se non svegliarenno nessuno perlomeno permetteranno a me di non riaddormentarmi.

Matteo 22,1-14

1 Gesù riprese a parlar loro in parabole e disse: 2 «Il regno dei cieli è simile a un re che fece un banchetto di nozze per suo figlio. 3 Egli mandò i suoi servi a chiamare gli invitati alle nozze, ma questi non vollero venire. 4 Di nuovo mandò altri servi a dire: Ecco ho preparato il mio pranzo; i miei buoi e i miei animali ingrassati sono già macellati e tutto è pronto; venite alle nozze. 5 Ma costoro non se ne curarono e andarono chi al proprio campo, chi ai propri affari; 6 altri poi presero i suoi servi, li insultarono e li uccisero.
7 Allora il re si indignò e, mandate le sue truppe, uccise quegli assassini e diede alle fiamme la loro città. 8 Poi disse ai suoi servi: Il banchetto nuziale è pronto, ma gli invitati non ne erano degni; 9 andate ora ai crocicchi delle strade e tutti quelli che troverete, chiamateli alle nozze. 10 Usciti nelle strade, quei servi raccolsero quanti ne trovarono, buoni e cattivi, e la sala si riempì di commensali. 11 Il re entrò per vedere i commensali e, scorto un tale che non indossava l’abito nuziale, 12 gli disse: Amico, come hai potuto entrare qui senz’abito nuziale? Ed egli ammutolì. 13 Allora il re ordinò ai servi: Legatelo mani e piedi e gettatelo fuori nelle tenebre; là sarà pianto e stridore di denti. 14 Perché molti sono chiamati, ma pochi eletti».

Amore · Cristo

Sabato Santo

Il silenzio avvolge ogni cosa, la pace è in ogni cosa. È in giorno prezioso, affinchè avvenga una nascita è necessario un periodo più o meno lungo al buio. Una discesa negli inferi della nostra Anima dove si trovano le paure e i timori, i dubbi e le angosce che vanno presi con sé come frammenti di ciò che siamo. Immaginiamoci bambini impauriti e poi genitori amorevoli di quello stesso bambino, abbracciamolo, rincuoriamolo, non servono i gel disenfettanti e le mascherine, ciò di cui abbiamo bisogno è quell’immenso serbatorio di Amore nel nostro Cuore. Il Cuore Cristico.

Quel Cuore immenso ecco è li a una decina di centimetri dalla nostra mente malata, in costante fibrillazione per l’ammaso di notizie allarmanti che riceve. Quelle notizie sono il vero veleno, il virus è innocuo, in verità non esiste nemmeno, è solo un’ipotesi di una scienza cieca e zoppa che ha sostituito una religione alrettanto cieca e zoppa. Tu invece sei sano, sei capace, sei divino. Ripetitelo come un mantra sacro, dal mattino alla sera, sei tu l’artefice di ciò che sei, sei tu il tuo stesso creatore. Perchè io non mi ammalo mai mentre una volta mi ammalavo come tutti? Perchè vivo nella luce, nella verità, sulla via e ogni giorno con pazienza la coltivo, ogni giorno, 365 giorni all’anno, minuto dopo minuto senza mai un’attimo di disattenzione. Io sono sempre vigile a attento non solo adesso, per quaranta giorni! Me ne vado in giro tranquillo senza gel, senza mascherine, abbracio chi amo, prendo il sole, respiro l’aria ecco la Pasqua!

BUONA PASQUA CARA, CARO…un caldo abbraccio a tutti!

Anime · Ascensione · Coscienza · Cristo · Dimensioni spirituali · Dio

Uomo creato a immagine e somiglianza…

Per molti l’uomo è peggio degli animali. Gli animali sono creature semplici, hanno una coscienza collettiva ma non individuale e la loro intelligenza serve alla loro sopravvivenza. Il paragone è senza senso. L’uomo è una creatura a sé, non miglior né peggiore, è un unicum e non proviene dalla scimmia come dice la scienza. È una creazione a sé stante,un’esperimento! Più arduo è il tentativo maggiore sono le probabilità di fallire ma questo non riduce il suo potenziale. Se il figlio di un miliardario dissipa in poco tempo tutto il capitale, non significa che il Padre non era miliardario e che il figlio non abbia ricevuto i miliardi, significa che il figlio è un idiota e la stessa cosa vale per l’uomo come creatura Divina. L’uomo è in potenza divino ma non significa che sappia usare questo potenziale, i più infatti non lo fanno. Il fatto è che se anche pochi riescono a diventare ciò che sono, l’esperimento è riuscito ( molti sono i chiamati e pochi gli eletti, Matteo 22, 1-14) . Andate a leggere tutto il brano di Matteo e capirete molte cose su come funziona l’Universo, indipendentemente che crediate o non crediate in Dio, le nostre credenze non modificano le leggi Universali!!! Il regno dei cieli è per tutti, perché tutti sono invitati, ma i più rifiutano l’invito e di quelli che lo accettano non tutti sono pronti. L’uomo non è né meglio né peggio degli animali, è una cosa a sé, a cui sono date possibilità infinite, a cui i più rinunciano, Ciò non smentisce che l’uomo è creato a immagine e somiglianza di Dio, GENESI 1 26-28. Significa che se tu non assurgi al tuo pieno potenziale, quel potenziale va sprecato, ma basta che uno su un milione lo faccia fruttare e l’Universo nel suo insieme farà un passo avanti con o senza di te!!! Il fatto che i più restano indietro, non toglie valore ai pochi che arrivano là dove Dio li ha invitati!!

Amore · Cristo · Yoga

Vivere senza Cristo o al contrario praticare.

Vivere senza Cristo è per l’anima ciò che per il corpo è vivere senza sole. Non mi riferisco alla persona di Gesù e tantomeno al cristianesimo come religione ma alla Coscienza Cristica presente in ognuno di noi come seme. Non considerare quel seme significa precludersi qualsiasi possibilità di crescita. Cosi come un bambino non cresce senza un genitore, senza un’adulto che lo educa e protegge e soprattutto lo ama, cosi la nostra anima non cresce se non si nutre dei raggi d’amore che provengono non da una lontana fonte esterna a noi ma dal profondo del nostro stesso cuore, sepolto sotto ferite, illusioni, dolori. Per questo i greci, quindi prima di Gesù, avevano scritto all’entrata del Tempio di Apollo: conosci te stesso, senza questa conoscenza, senza la conoscenza di ciò che siamo oltre l’apparenza, Ego e personalità rimaniamo spiritualmente infantili, incapaci di vivere la nostra Natura Luminosa. Da circa un’anno pratico lo Yoga quotidianamente e lo insegno, lo Yoga è uno strumento eccezionale per conoscere se stessi, perché la verità di cui parlo, il Cristo Luce, il Sole Interiore, il Divino in Noi è dentro il nostro stesso corpo, il corpo in tutte le religioni è considerato il tempio dello Spirito e questo tempio lo conosciamo praticando, con umiltà e senza aspettative. E siccome i nostri corpi piuttosto che essere ciò che dovrebbero essere e cioè degli strumenti assolutamente perfetti e bellissimi diventano con il tempo sempre più rigidi e malati la conoscenza di noi stessi ci è preclusa. Ma non è mai troppo tardi per iniziare, certo se avessi iniziato molto tempo fa adesso sarei molto ma molto più lontano sul mio cammino, ma rimane il fatto che pur iniziando tardi ( 50 anni ) quelle meravigliose porte d’orate che ho visto chiuse fino ad oggi si aprono ad una ad una come leggere foglie portate da vento e illuminate dal sole. Nella vita conta una sola cosa: la pratica, il lavoro sulla propria energia, con l’aiuto di Cristo o Ganesha poco importa ma comunque la pratica deve avere uno scopo più alto del solo benessere fisico, che è comunque già molto, lo Yoga è strettamente legato alla Devozione, nella devozione lo Yoga diventa canto e preghiera del proprio corpo che come il fiore di loto si apre e cosi facendo permette all’Anima di Sbocciare! Amen oppure OM fa lo stesso è il sentimento che mettete nel suono non il suono in sé a risvegliarvi.

Anime · Cristo · Dio

La chiave all’Anima

La chiave all’anima è in queste parole: ama Dio al di sopra di ogni cosa e il tuo prossimo come te stesso. Purtroppo queste parole sono state espresse come un comandamento, cosi i più le rifiutano e rifiutandole perdono la chiave di accesso alla propria Anima. Dio, l’Altro e Io sono i tre elementi che nel mondo in cui viviviamo ci permettono di CONOSCERCI. Il conosci te stesso dei greci, quindi prima del Cristo. Nel Cristo; Dio, L’altro e l’IO sono una cosa sola, non c’è più alcuna separazione. In Noi può avvenire la stessa cosa, la separazione, la divisione possono essere cancellate…per fare che ciò avvenga dobbiamo rinunciare a qualsiasi giudizio, a qualsiasi divisione: bene – male, giusto – sbagliato, bello – brutto etc, Dobbiamo andare oltre la dualità e il giudizio e abbracciare ogni manifestazione della Vita cosi come è. Dobbiamo andare anche oltre la realtà cosi come la percepiamo con i cinque sensi. Ama Dio al di sopra di ogni cosa, vuol dire questo, che invece di affidarci alla realtà , a tutto ciò quindi che noi consideriamo vero, ci affidiamo a Dio, quindo al nostro sentire più profondo. Il nostro sentire più profondo va al di là delle emozioni, se ascoltiamo le emozioni, al contrario siamo ancora più in balia della realtà. Una volta che ci affidiamo al nostro sentire più profondo ( Dio ) dobbiamo tornare con i piedi per terra, cioè vedere Dio ( la nostra Essenza )  in qualsiasi persona noi incontriamo, buona o cattiva che sia, simpatica o antipatica che sia, chi incontriamo ci rivela qualcosa di noi stessi, che senza l’altro non saremmo MAI in grado di vedere ( quindi di conoscere noi stessi ). Questa ricerca rischia però di portarci fuori strada se l’AMA TE STESSO non bilancia ogni cosa. Infatti niente deve nuocerci, e al contrario deve farci crescere, abbracciare l’altro non significa lasciare che l’altro ci trascini nel suo fango, ci faccia precipitare con lui/lei. La chiave all’anima è offerta a tutti e l’amore per Dio ( la nostra Essenza ) e l’amore per l’Altro ( la nostra manifestazione ) sono in funzione della crescita del nostro IO, della nostra ANIMA, non il contrario. Ama Dio e il tuo prossimo non sono un comandamento, ma una chiave, se amo la mia Essenza e la vedo Ovunque, la riconosco nell’altro ( anche quando l’altro mi fa male ) raggiungo l’Unità in me stesso e quindi cristallizzo il mio IO e divento in tutto e per tutto simile a DIO. A tutti un buon 2018 su questo cammino di Luce e Ombre…

Anime · Ascensione · Cristo · Cuore · Spirito · Spiritualità.

Discussioni di carattere spirituale

Ci sono troppe discussioni in giro, sui social media che invece di portare chiarezza, aumentano la confusione e la paura, l’ultima cosa di cui noi come anime abbiamo bisogno. E’ inutile e dannoso starsi a chiedere che cosa è giusto fare e che cosa no, perché questa risposta ognuna se la deve dare nel silenzio ascoltando il proprio cuore…non perché qualcuno ha detto che è cosi, perché è scritto da qualche parte…il senso di un cammino di crescita è l’aumentata fiducia nel proprio sentire, nient’altro, più dipendo da fonti esterne meno maturo sono, più confido in me più sono maturo…nella solitudine e nell’ascolto ci connettiamo con la dimensione dello spirito e qui di qualche guida invece abbiamo bisogno, perché questa dimensione non è caotica tanto quanto la nostra realtà, ma di più!! Quello che nella realtà ha un potere tutto sommato limitato, nella dimensione dello spirito ha un potere molto più grande. Io mi sono sempre e solo ancorato al Cristo, mi rivolgo a Lui con queste parole…chiedo alla forza di Luce e Amore del Cristo di portare chiarezza nella mia mente, pace nel mio cuore e rendermi vigile e attento e capace di riconoscere il vero dal falso…ma le parole ognuno deve trovarle in se stesso e se il Cristo lo sentiamo lontano e distante non servono a nulla. Ciò che dal potere a queste parole è il mio profondo amore per il Cristo, che amo sin da quando sono piccolo, non le parole in sé. Per quanto io ami molto anche gli uomini, anche quando mi feriscono, e lo fanno in continuazione, niente è più grande nel mio cuore dell’Amore che ho per Lui. Però se non sentiamo questo amore, è inutile rivolgersi a Lui e io non vi dico nemmeno di cercarlo. Forse la cosa più facile per chi fa fatica a trovare una guida spirituale e rivolgersi al proprio angelo custode, tutto sommato anche se non ci credete più di quel tanto, è una figura che riguarda solo voi, non ha una connotazione troppo religiosa e potete immaginarlo come un raggio di luce che collega la vostra anima alla Fonte di Amore di tutte le cose. Se immaginate questo fascio di luce riuscite forse ad uscire dalla limitata visione dell’Ego e della vostra personalità e a connettermi appunto con la Sorgente…ve lo auguro di Cuore, buona domenica!!!

Amore · autoconsapevolezza · Cammini Iniziatici · Cristo · Cuore · Spirito · Uomo

Dio vuole il meglio x te!!!

Dio vuole il meglio per te per questo ti toglie tutto ciò che non è alla tua altezza. Tu per Dio sei la cosa più incredibile che esista sulla terra, e se qualcuno non vede questa cosa incredibile che sei, la vita te la toglie… Non devi mai accontentarti, mai essere stupidamente modesto o falsamente umile come la religione ti insegna, devi pretendere sempre il massimo, perché tu sei il Massimo, tu sei il Meglio che esiste e devi pretendere il meglio!!!! Sei creato a Sua immagine e somiglianza, sei un dio in miniatura, certo sei  un po maldestro, fai un sacco di errori, ma questo fa parte del cammino, chi scala le montagne sa che non è possibile evitare sempre di cadere, ma prima o poi la cima la raggiungi !!!! Dio ti dice una sola cosa: amati figlio mio tu sei perfetto, se qualcuno non vede la tua perfezione lascialo andare ( eventualmente lo tolgo IO di mezzo….

Non circondati di gente mediocre, scettica, stupida…circondati sempre del meglio! Circondati solo di gente che ti ama, non ti imbecilli che ti criticano dicendoti che lo fanno per te, la sola cosa che qualcuno può fare te è amarti, gli altri mandali al diavolo…Questo vuole la Vita da te, nient’altro che tu dia a te stesso il massimo e che non ti accontenti di niente che non sia alla tua altezza ( vibrazione energetica ) poi come diceva sempre l’amato fratello Jeshua, chi ha le orecchie per capire capisca….per gli altri non c’è speranza!!!

Se non mi ami non esisti

( Mathias )

Buy Me a Coffee at ko-fi.com

Alpinismo · Anime · Cristo · libro

Il cammino dell’Anima

L’anima cresce quando ci spogliamo di tutto… è una bella frase, ma quando accade fa male, molto male…e se potessi lo vorremo evitare a tutti i costi. All’inizio di questo cammino ho visto una grande luce, è stata una folgorazione, ho pensato, alleluia sono arrivato e poi…è iniziata la discesa negli inferi, negli anfratti più bui della mia anima e ho pensato, maledizione, era tutto meglio prima…ma non era più possibile tornare. No, l’ascesi dell’anima inizia passato il rubicone, da li in poi si può solo andare avanti, come certe pareti di roccia che portano alla cima ma che non permettono la discesa. In questi ultimi tre anni ho perlustrato l’inferno in lungo e in largo e di paradiso ne ho visto poco, nemmeno una luce fievole, ho di nuovo pensato, bella fregatura, mi sono lanciato ( come faccio sempre ) senza paracadute e adesso eccomi sfracellato al suolo, la rete che credevo l’Universo avrebbe messo, non è stata messa, semmai il suolo è stato sparpagliato con cocci di bottiglia…il questo calvario non ho visto alcun senso, piuttosto ho sentito molta rabbia, una rabbia furente salirmi dal petto, ma non avevo niente contro cui scagliarla…sono andato avanti a tentoni, nel buio, senza certezze, senza parole di conforto, nemmeno quelle di Gesù che avevo sempre sentito vicino servivano…è la cupa buia notte dell’anima o notte mistica che suona bene ma che non è bella per niente, di mistico non ha nulla è solo buia, una notte senza stelle..ma la chiamo comunque notte mistica perché se passate la letteratura dal medioevo ai giorni nostri la trovate in tutti i Mistici e Santi…Ora la maggior parte delle persone appena sta male corre dal medico o dal terapeuta di turno, chi ti sta attorno vuole che ti dai una mossa, si perché la stima la si guadagna solo agendo, facendo, più sei brillante più sei simpatico, più sei bravo più sei apprezzato…solo che cosi facendo e sempre cosi agendo si perde l’appuntamento più importante della Vita, quello che assolutamente non si può perdere, quello con se stessi...da cui poi dipende tutto il resto. Evitare, rinunciare, scappare dalla notte e dal buio e dal dolore e dalle proprie ferite ci porta solo a separarci sempre più da noi stessi e a perdere quella profonda pace che diventa profondo amore per la Vita stessa di cui poi si diventa l’espressione pura senza filtri…di questo racconto nel mio ultimo libro ILLIMANI…

ILLIMANI_COPERTINA

Amore · Anime · Ascensione · crescita personale · Cristo · Spirito · spiritualità · Spiritualità. · verità

Ascolta il tuo cuore…cammini iniziatici

Penso ognuno di noi prima o poi inciampa in questa frase…ascolta il tuo cuore…e poi si chiede cosa vuol dire:  Seguire l’Istinto? La passione ? Giovanna che ha un corpo stupendo? O Mario o una via di mezzo… o tutte e due…Poi la leggiamo sulla copertina di un libro o ce la dice con voce calma e suadente un maestro spirituale, un guru, un’Osho o un facsimile…ascolta il tuo cuore, si, è una cosa che diceva già Gesù duemila anni fa, era una cosa semplice, innocente, ma non troppo visto che l’hanno messo in croce…lo diceva ai suoi discepoli che lo adoravano ( non tutti ) ma non  capivano, volevano risposte, gli dicevano si va bene Maestro, ascoltiamo il nostro cuore ma cosa dobbiamo fare? Appunto, qui c’è il tranello, siamo sempre protesi al fare, al decidere, al programmare, all’avere presente e futuro nelle nostre mani, come valorosi guerrieri che tengono le redini e massacrano il cavallo…il cavallo è la nostra Anima, la massacriamo perché tiriamo troppo le redini, per paura,  o calciamo troppo, per impazienza…Capite???? Mi sono sempre chiesto perché Gesù finisse le sue parabole, i suoi racconti, con queste parole..chi ha orecchie per intendere intenda…e davvero cosi, dipende tutto dall’ascolto, da quanto vogliamo ascolare accettare le risposte che arrivano…le risposte arrivano…poi le buttiamo via perché non ci piacciono…ascolta il tuo cuore vuol dire tante cose, primo mettere a tacere la mente, quel chiacchiericcio continuo che ci intrattiene tutto il tempo…poi mettere da parte tutto quello che ci hanno insegnato….tutto, dai genitori ai maestri ai professori…fare tabula rasa ( vedi Platone e poi Lock in modo diverso ) significa azzeramento della coscienza, pulizia, niente di niente nada….rien de rien ( che bello il francese, ascolta rien de rien…che liberazione…che musica, niente di niente ci sta anche il tedesco, duro, un po di durezza ci vuole nichts….è un ‘ordine si, bisogna ordinare a se stessi di non dannarsi l’Anima, che poverina assorbe e filtra tutto, finché può poi si ammala…si ammala di tutte le idiozie che ci raccontiamo dalla mattina alla sera…ascolta il tuo cuore, ognuno ha il suo, ognuno ha la sua voce perché cerchiamo stupide e banali risposte collettive..penso agli uccelli che mi svegliano all’alba..ognuno canta il suo canto e l’insieme è perfetto, è una sinfonia celestiale!!

Buy Me a Coffee at ko-fi.com

Amore · Angeli · Anime · crescita personale · Cristo · spiritualità · Spiritualità.

Il lavoro da compiere su se stessi

Il lavoro da compiere su se stessi non ha nulla di mistico, esoterico o religioso, non ha nemmeno molta importanza se credete o non credete, anzi, il più delle volte credere vi porta fuori strada, non vi fa vedere “chi siete” E sapere “chi siete” è la sola cosa che conta. Quando sapete ” chi siete” la distanza che vi separa da Dio non esiste più, siete una sola cosa con la forza creatrice del’Universo e i dibattiti sterili e infantili su dio e gli angeli e i santi vi toccano come i moscerini in estate…

Il lavoro è questo:

La coscienza va portata prima nel cuore e poi nella pancia, questo movimento della coscienza dalla mente che domina e manipola tutto, è possibile sono se siete estremamente onesti con voi stessi, questo è il primo requisito: l’onestà, la sincerità, la verità nei confronti di voi e degli altri…

Quando scendete nel cuore incontrate i vostri sentimenti più profondi , molti dei quali sono stati sepolti sotto montagne di menzogne…

Quando scendete nella pancia incontrate le ferite più profonde, se non vengono guarite il respiro non si libera e il respiro è la chiave di tutto…

Il respiro si libera sia sul piano fisico: per questa ragione raccomando il digiuno, anche se non basta, perché il vero blocco è a livello dei chackra, anche se pulite l’intestino, i blocchi rimangono e ripristinano la condizione malata

Per quanto strano possa sembrare non c’è nient’altro da fare…nessun esercizio o meditazione particolare, nessuna alchimia legata ai chakra, ma la pura e semplice introspezione ….

Per quanto semplice possa sembrare le ferite sono molto più profonde di quello che potete immaginare e senza l’aiuto di forze spirituali, rimanete prigionieri della materia…

Contrariamente a quanto dico all’inizio di questo articolo, da soli non farete gradi passi, anzi non li farete del tutto..non si tratta di guarire solo voi stessi, ma il mondo intero, nel suo insieme, con tutti i suoi abitanti…è un lavoro titanico che viene portato avanti da dagli arcangeli in sfere più elevate, senza questo lavoro, la vita come la conosciamo, collasserebbe sotto il peso dell’odio, del male che l’uomo fa a se stesso, agli altri e all’ambiente…

Fare questo lavoro su di se significa portare il proprio piano di esistenza da quello limitato umano a quello illimitato angelico, nel senso che ognuno di noi diventa Angelo, cioè una creatura completa e armonica, armonizzata sulla frequenza di Luce a Amore del Creatore..

A me sembra meraviglioso….Buon lavoro!!!